Buon Natale

Buon Natale
Tommaso e Giacomo sui maialini, simbolo del nostro quartiere.

venerdì 3 giugno 2016

Scuola 2.0

Cari amici, sì, sono imperdonabile: la seconda parte di un post non dovrebbe farsi attendere così a lungo, ma stavolta gli impegni sono stati davvero tanti e molto sostanziosi.
Tanto per restare sul tema scuola, mi hanno proposto di prendere un'altra classe il prossimo anno, ma non esultate, perchè tra tutte le “gabole” fiscali (assicurazione sanitaria, tasse ecc) guadagnerò quasi come averne una sola.
Prima di accettare ho dovuto, anche, informarmi con l'aiuto della mia meravigliosa commercialista.
Appurato che farò, soprattutto, girare l'economia tedesca, ho accettato di buon grado questa nuova responsabilità e, visto che ormai ho fatto questo “salto nel lavoro autonomo tedesco” credo che ne vedremo delle belle.
Perchè non penserete mica che me le terrò per me??

Ci sono anche altre novità, ma ve ne parlerò in seguito, quando saranno più concrete, anche perchè non c'entrano con il tema scuola.
Per tutte le donne romanticone che stanno pensando ad un allargamento della famiglia, scrivo subito che siete completamente fuori strada, così vi mettete il cuore in pace..

A proposito di figli (quelli che ho già): il piccolo Giacomino (ormai sempre meno piccolo) ha trascorso le sue prime ore nella nuova scuola, che ufficialmente comincerà il 23 agosto.
Giacomino con il suo "dinozaino",
Era una “giornata di conoscenza”, ma, pare (noi genitori siamo stati cortesemente invitati ad andarcene) che gli abbiano fatto fare ancora dei test.
Non esprimo commenti...vi ricordo solo che è la sesta volta e che i test sono sempre gli stessi... Giudicate voi.

Malgrado questo, la scuola tedesca,nel suo insieme mi piace molto e finisco di scrivervi il perchè.
Risultati immagini per libri

1)Libri. Chi di voi genitori non trema quando i propri figli arrivano alle medie e bisogna comprare pile e pile di libri, spesso ristampati l'anno prima, quindi impossibili da trovare usati e che saranno poi impossibili da rivendere?.
Aggiungiamo che alcuni di quei testi non verranno mai usati (io ricordo di aver aperto il libro di educazione civica una volta sola).
Diventa comprensibile, a questo punto,che insieme ai libri compriate anche una discreta scorta di antiacido.

In Germania (o, almeno in NRW) i libri sono gratis.
Sì, avete capito bene, gratis, per ogni ordine e grado di scuola, anche per quelle private.

Funziona così: la scuola all'inizio dell'anno consegna ai ragazzi i libri in prestito e alla fine dell'anno se li riprende per darli l'anno seguente ad altri allievi.
I genitori devono pagare i libri solo se i loro figli li hanno rovinati.

Oltre ad un notevole risparmio mi sembra anche una bella lezione di responsabilità per i ragazzi, che devono avere cura dei libri che ricevono.

Come contributo alle spese scolastiche, quest'anno ci hanno chiesto di comprare i libri di inglese, ma abbiamo speso 15 euro per il libro delle regole e degli esercizi insieme.
La scuola fornisce, al costo di 2 euro, anche il diario scolastico.

2)Insegnanti. Questo è per me un argomento spinoso e complesso perchè vivo questa realtà sia dal punto di vista di insegnante che come genitore. Cercherò di essere il più obiettiva possibile e lascerò a voi le conclusioni.

Risultati immagini per insegnanti

Anzitutto qui gli insegnanti hanno, come già detto in precedenza, maggiori responsabilità.
Fino a qualche hanno fa, spettava soltanto alle maestre delle elementari scegliere se il vostro bambino fosse, o meno, adatto ad un tipo di scuola piuttosto che ad un'altra.
Ora, ufficialmente, non è più così ed anche i genitori hanno una qualche voce in capitolo, ma difficilmente un Gymnasium accetterà vostro figlio se le insegnante hanno dato parere contrario.
Al contrario, la scuola, se è pubblica (le private hanno facoltà di scelta) è obbligata ad accettare il bambino se il parere delle maestre delle elementari è favorevole.
Capite bene, quindi, che è molto rischioso per i genitori prendere a pugni una maestra (come ahimè ho letto ultimamente).
Anche i ragazzi più grandi non possono permettersi di essere troppo maleducati, perchè ogni due anni viene confermata (o meno) l'idoneità del ragazzo al percorso scelto e anche in questo caso le conseguenze sono piuttosto importanti.
Al di là delle conseguenze, io ho sempre visto un grande rispetto per la figura degli insegnanti e i rapporti genitori-insegnanti-allievi sono sempre molto cordiali.

Detto questo, possiamo aggiungere che, a fronte di tante responsabilità un insegnante di scuola superiore (per le elementari non ho ancora informazioni), guadagna dai 2800 ai 3200 euro lordi al mese e lavora spesso anche il pomeriggio, organizzando attività facoltative, o corsi di recupero.
Inoltre, è considerato (tranne che a Berlino) un “Beamter”, cioè una specie di dirigente pubblico. Questo gli consente di avere una serie di bonus (di cui ancora non so molto).

Per tutti gli insegnanti che, a questo punto, vogliono venire a insegnare in Germania, scriverò un post a parte con maggiori info (intanto studiate il tedesco).

Da parte loro, gli insegnanti e i dirigenti scolastici che io ho conosciuto sono, nel 90% dei casi, professionisti eccezionali e molto preparati.
Come sapete, Tommaso ha avuto un inizio difficile al liceo e ci sono stati anche episodi di bullismo,che non hanno visto solo lui come vittima .

Mai, assolutamente mai ci siamo sentiti dire “Non possiamo fare niente”.

Dal vicepreside al responsabile dei primi due anni, dalle insegnanti alle segretarie (ebbene sì, anche le segretarie), al bidello, tutti hanno contribuito a risolvere la situazione, tenendo d'occhio Tommaso, consigliandolo al fine di instaurare un rapporto migliore con i compagni, ma anche allertando i genitori dei bambini bulli e, là dove necessario, punendo (le punizioni consistono qui, nel rimanere di più a scuola).
Le insegnanti, da parte loro, hanno dedicato molte ore di lezione alla “risoluzione dei conflitti” e hanno stabilito una riunione settimanale (all'interno dell'orario scolastico) in cui gli allievi possono esporre le loro difficoltà.
Il vicepreside ci ha sempre dato appuntamenti nel giro di ventiquattro ore, ci ha ascoltato dedicandoci tutto il tempo necessario (non poco, visto le difficoltà linguistiche) e ci ha costantemente aggiornato sulla situazione.
Questo vicepreside, a cui va tutta la mia stima, conosce i nomi di tutti gli allievi della scuola e pranza con loro in mensa tutti i giorni per vivere la realtà dei suoi studenti.

Alla fine di questo percorso comune,la classe è diventata unita e, mi racconta mio figlio, ora i bambini giocano tutti insieme. Certo si litiga ancora, ma ci si chiarisce e si va avanti.

All'università la mia esperienza non giungerà che tra svariati anni e non è sicuro, ma vi rimando ad alcuni articoli in proposito di Berlino cacio e pepe magazine per farvi un'idea. 

Vorrei concludere questo lungo post con un'ultima riflessione, assolutamente personale.
Per la mia esperienza e per la mia sensibilità le scuole ad alto tasso di allievi tedeschi e, per questo, considerate più prestigiose, hanno la tendenza ad essere poco sensibili nei confronti dell'individualità, mentre quelle con più stranieri sono più aperte al confronto e più flessibili.
Vi raccomando, quindi, attenzione quando vi consigliano, o sconsigliano, una scuola (di qualunque tipo sia).
Anche se il consiglio è sincero, può nascere da una sensibilità e da valori di giudizio diversi dai vostri, quindi andate a vedere con i vostri occhi e fatevi una vostra idea, senza farvi troppo influenzare e ricordatevi, cambiare è sempre possibile.

E al grido di “Gli esami non finiscono mai!” che oggi auguriamo

Buona vita a tutti



27 commenti:

  1. Ah I libri. L'incubo di tutti I genitori. Per fotuna anche qui in USA sono sempre gratuity e dati in prestito dalla scuola, anche a livello di scuola superiore. Alle elementari, tutto e' gratuito, la scuola fornisce matite, colori, pennarelli, quaderni etc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi dobbiamo accontentarci dei libri.Siamo abituati a pensare agli USA come ad un posto dove si paga tutto, mi stupisce piacevolmente il tuo commento.Perdona la mia curiosità: pagate delle rette per la scuola, o è gratis?

      Elimina
    2. No, la scuola pubblica e' completamente gratis. Non si pagano neanche le gite scolastiche anche se ovviamente non fanno delle gran gite. Pero' si va tipo allo zoo o al museo di storia natural. Quello che si paga poi molto e' il college. La differenza e' che qui le scuole superiori sono solo una continuazione delle scuole medie. Non esistono specializzazioni tecniche. Quindi poi a 18 anni ci si iscrive al college e si paga $1500 all'anno anche per studiare come meccanico, cuoco o ragioneria etc. L'Universita' e' ancora piu' costosa perche' anche quelle statali costano almeno $5000 l'anno e possono arrivare a cifre assured come $60,000

      Elimina
    3. Grazie mille Marilena, molto istruttivo. Credo che sia utile per tutti i genitori, anche per quelli che non vogliono espatriare, conoscere diversi sistemi scolastici. Qui, le gite le paghiamo, anche all'asilo. In Italia,ormai, si pagano anche i gessetti e la carta igienica...ma questa è un'altra storia.
      Buona Domenica

      Elimina
    4. Non ci posso credere che si paga anche la carta igienica. Che tristezza. Comunque vorrei specificare che le gite si fanno soltanto alle elementari. Alle medie e superiori ci sono soltanto alcune gite speciali organizzate da entita' private e si pagano care. Pero' sono gite speciali.Hanno fatto un viaggio per vedere I posti della Guerra civile Americana ma per andare c'erano 6 ore di aereo.Alle superiori se fai parte del coro o banda si va in tour, ma non e' obbligatorio perche' anche quello e' caro

      Elimina
  2. Accidenti...Anche qui le gite sono a pagamento,naturalmente facoltative, ma, fino ad ora, abbiamo visto che i prezzi sono molto scontati rispetto ad un viaggio normale. Ti saprò dire di più quando arriveremo a fare le gite fuori Germania.

    RispondiElimina
  3. Grazie per tutte queste informazioni molto interessanti! La prossima settimana verremo in Germania ad iscrivere nostro figlio. Non so come cosa ci aspetta, ma dopo l' assurdo anno scolastico che si conclude oggi, è difficile che possa deluderci. Qualche esempio? Compiti in classe riportati il giorno dopo per rivederli e/o completarli prima della correzione; visione di film scaricati illegalmente dal professore con annessa pubblicità pornografica e non continuo per lo sconforto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marilena, purtroppo questo non è neppure il peggio che può capitare...La situazione, in molte scuole è difficilmente sopportabile, sia per gli alunni sia per i professori.

      Elimina
  4. Cara Barbara, mi spiace molto per l'anno scolastico trascorso. So come puoi sentirti: come genitori vorremmo il meglio per i nostri figli e pensarli in un posto che non ci offre nessuna tranquillità per molte ore al giorno è sconfortante. La scuola tedesca è ben lontana dalla perfezione e non tutte le esperienze sono fortunate come la mia. Ci vuole una buona dose di adattamento ma è anche necessario riuscire a distinguere gli eccessi tedeschi dalle giuste richieste. Detto questo: in bocca al lupo e, se possiamo essere d'aiuto, non esitare.
    Un grande Abbraccio

    RispondiElimina
  5. Grazie Tatiana! Non ci aspettiamo, né crediamo nella perfezione in qualsiasi parte del mondo. La Germania ha tanti aspetti positivi che ci attraggono e altre rigidità che dovremo accettare, ma ciò che in assoluto ci ha fatto decidere per quella destinazione, è il maggior grado di civiltà riscontrato già 10 anni fa. Alcuni insegnanti preparati e seri possono ormai poco, vista la situazione in cui versa la scuola italiana, a causa di decenni di governi che l'hanno privata di investimenti e di attenzione per la cultura e dell'atteggiamento ostile dei genitori. Tanti altri insegnanti un po' per sconforto, un po' per superficialità, restituiscono ai ragazzi un insegnamento di valore pari alla povertà dei loro stipendi. Quando ritengono di dover bocciare un alunno chiedono preventivamente il permesso alle famiglie e nel caso procedano, a volte si vedono arrivare ricorsi al Tar. Siamo allo sbando, alla deriva, e ciò che mi fa più male, è che i segni più evidenti di resa, si trovino proprio nel luogo in cui si dovrebbe lavorare sulle nuove generazioni, per far risalire questo Paese dal baratro in cui è precipitato.

    RispondiElimina
  6. Non avrei potuto scriverlo meglio Barbara. Rispecchia in pieno anche il mio pensiero e le motivazioni che ci hanno spinto a venire qui.

    RispondiElimina
  7. Io non sono a favore della bocciatura, qui negli USA e' usata molto raramente. Come genitore non vorrei neanche che la mia opinione non contasse niente. Anche gli insegnanti sbagliano. Se un ragazzo alle scuole supeiori e' in difficolta' vuol dire che ha scelto la scuola sbagliata e dovrebbe cambiare scuola. So che a volte I genitori insistono che il figlio vada al liceo, ma forse una scuola piu' tecnica sarebbe meglio. Ma bocciare per poi arrivare a prendere il diploma dopo I vent'anni mi sembra ridicolo. A livello di scuola elementare prima di bocciare bisognerebbe capire se ci sono dei problem di apprendimento. E' inutile bocciare un bambino dislessico, non e' colpa sua se fa fatica a leggere.
    Qui negli USA, anche I genitori vogliono sempre aver ragione, ma gli insegnanti per la maggior parte sono molto preparati e si impegnano molto per essere buoni insegnanti. E' un lavoro impegnativo e mal pagato, ma se un ragazzo fallisce a scuola e' un fallimento anche per l'insegnante

    RispondiElimina
  8. Ho dimenticato di dire che qui negli USA non bocciano ma rimandano molto. Se un ragazzo non ha passato alcune materie dovra' poi frequentare la scuola durante il periodo estivo per recuperare le materie in cui aveva delle lacune. Pero' cosi si Evita di bocciare e perdere anni.

    RispondiElimina
  9. Si, Marilena anche in Italia se si è rimandati ad una o più materie alle superiori si devono frequentare dei corsi di recupero. Alle elementari si boccia pochissimo solo in casi molto particolari e durante l'anno bambini e ragazzi vengono monitorati da società private per la diagnosi di eventuale dislessia, discalculia, etc. In più, i ragazzi con difficoltà di apprendimento o autistici, vengono seguiti da insegnanti di sostegno e hanno degli incontri periodici con i genitori. Per ora ho potuto verificare solo fino alla prima media e ti posso assicurare che i professori arrivano a bocciare solo dopo aver tentato di tutto, compreso assegnare compiti facilitati anche se non si soffre di alcun disturbo o ignorare più di 40 assenze. Mi sembra che la scuola oggi sia molto più permissiva e comprensiva dei miei tempi ( ho 45 anni ) e che nel corso degli anni, alcuni studenti e famiglie abbiano approfittato di questo e ci sia in generale, poco interesse per la cultura e ci si accontenti del 6, come se lo sforzo per ottenere voti più alti fosse inutile. All'invito dei professori di lettere di leggere un paio di libri durante le vacanze estive, i primi a lamentarsi sono i genitori, i quali ritengono che i loro pargoli abbiano diritto al riposo e non colgono la meravigliosa occasione di perdersi in un libro per diletto, anziché per dovere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho 43 anni quindi siamo coetanee, pero' vivo negli USA da 18 anni quindi non so piu' come e' il Sistema italiano. Da quello che mi dici hanno un buon approccio eccetto per le assenze. Qui in USA ti mandano la polizia a casa se tuo figlio manca piu' di 25 giorni senza giustificazione medica. Se c'e' bisogno di tenere il figlio a casa per lungo tempo il genitore deve avvisare molto in anticipo e dare un buon motivo

      Elimina
    2. Anche qui hanno tolleranza zero per le assenze.

      Elimina
  10. Barbara, se non capite qualcosa anch'io mi offro per aiutare. Voi andate in Bavaria, se mi ricordo bene? In quale anno e quale tipo di scuola volete iscrivere il vostro figlio? (Forse sara meglio fare contatto per mail per queste cose...)

    RispondiElimina
  11. Alcuni commenti, Tatiana: se lo so bene nei Länder di Baviera, Brema, Brandenburg, Sassonia e Thuringia il parere positivo della elementare è obbligatorio per accedere al liceo (Gymnasium). Nei altri Länder è piu o meno un consiglio. Con il parere positivo il tuo bambino ha il diritto di accesso al liceo, ma forse il comune spostera il bambino in una liceo differente di quello voluto per equlibrare l' utilizzo delle scuole. Per il pagamento, gli insegnanti della scuola elementare cominciano con circa 3000 € se hanno una posizione intera e sono "Beamte", i.e. dirigenti pubblici. Poi diventa di piu dopo alcuni anni. Similare anche il pagemento per Realschule o Oberschule, si chiamano differente nei diversi Länder... gli insegnanti del liceo cominciano con circa 3500€ e possono arrivare anche a 4500€ al fine della carriera. I vantaggi della posizione pubblica ("Beamter" sono una garanzia della posizione per l'intera vita, anche se il stato ti puo mandare in un'altra scuola, e in questi posizioni il stato ti paga un gran parte di una assicurazione sanitaria al livello "privato", tu non devi pagare contributi di sanita, disoccupazione e pensione come l'impiegato normale. Allora possiamo anche aspettarci un buon lavoro e preparazione - la mia esperienza non era sempre così positivo come la tua, ma poi non ho mai visitato una scuola italiana; due anni fa avevamo una allieva di scambio italiana qui e mi sembrava che era molto contento col liceo ed i professori qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. JaKob posso farti una domanda? Da quell che so in Germania solo chi ha frequentato il gymnasium puo' attendere l"Universita'ma purtroppo pero' spesso si decide troppo presto. E' possibile per un ragazzo che ha scelto una scuola piu' tecnica ottenere l'Abitur dopo I 18 anni?
      Grazie

      Elimina
    2. Grazie Jakob per le informazioni, ora molti insegnanti italiani vorranno venire a lavorare in Germania. Per "scuola tecnica" in Italia si intende "pratica", più orientata al lavoro, mentre il Gymnasium è più teoretisch.
      Un grande abbraccio.

      Elimina
    3. A me piacerebbe, però per loro occorre passare un test di tedesco del livello C2 minimo, poi in Germania gli insegnanti hanno studiato due materia al livello di una laurea biennale ognuno, dopo questo si aggiunge un esame di stato. Anche se è in principio possibile per un italiano di farsi riconoscere la sua formazione in italia, in pratica sarà forse difficile per il piu parte delle persone. Senza l'esame di stato o un certificato di equivalenza è sempre possibile trovare qualcosa, ma non nelle grandi città e solo in alcuni mestieri molto ricercati (p.es. latino, religione cattolica, fisica).

      Elimina
  12. Marilena, si, la scelta è presto però ci sono diverse vie per ottenere il "Abitur", i.e. la maturità. Per esempio, se il figlio visita la "Realschule" (lo trovo difficile chiamare questo tipo di scuola "piu tecnica", ma forse non capisco bene la parola) invece del liceo, lui finisce dopo 10 anni di scuola e puo accedere alle classe superiori del Gymnasium in diversi modi (rifare la 10, accedere alla 11 etc). O dopo la Realschule fa una "Ausbildung", formazione professionale in qualsiasi mestiere e lavora tre anni in questo mestiere, dopo questo puoi accedere direttamente all' università. Ci sono altre possibilità, anche dipendente del Land dove visita la scuola. Insomma, la scelta nella 4a classe non è assolutamente definitiva. Però la Realschule o la Hauptschule possono posare altri problemi. Se mi scrivi una mail via googlemail ti posso dare una risposta piu completa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la spiegazione, non ero al corrente di queste alternative. Quando ho studiato io in Italia si andava al liceo, ma anche chi attendeva gli istituti tecnici, dove si studia per esempio ragioneria, aveva tranquillamente accesso all'Universita'.

      Elimina
    2. In Italia è ancora così, Marilena

      Elimina
  13. Ciao Jakob! Grazie per la tua offerta di aiuto. Nostro figlio è stato accettato al Gymnasium di GAP sulla base della pagella di quinta elementare e abbiamo appuntamento per il 20 giugno con il preside che lo conoscerà e prenderà visione anche della pagella di prima media appena ritirata e tradotta. Abbiamo un amico tedesco sul posto che ci sta facendo da tramite con la scuola. Per la casa invece siamo riusciti da soli :) .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sembra tutto perfetto per ora, avete scelto un posto meraviglioso della Germania, vi auguro un buon tempo lì ed a vostro figlio insegnanti come le ha descritto Tatiana; non è sempre così purtroppo.

      Elimina